Servizio di psicologia AIL

La malattia che irrompe nella nostra vita e in quella dei nostri familiari rappresenta un evento traumaticoche ci induce a pensare che “niente dopo sarà più come prima!”.La realtà quotidiana è sconvolta in un istante facendoci provare un senso di precarietà e di incertezza spesso molto difficile da tollerare; lo shock e la rabbia al momento della diagnosi si trasformano in tristezza e angoscia nella fase di terapia.La malattia ci mette di fronte alle nostre vulnerabilità sia fisiche che psicologiche, ci si sente tristi e spaventati… si ha paura di soffrire e di morire.E anche quando le cure mediche sono state affrontate e il nostro corpo è guarito, cambiano i valori e la percezione che abbiamo di noi stessi e di ciò che ci circonda. Tornare alla normalità è molto complesso, perché non esiste più quella normalità precedente alla malattia, il futuro sembra ridimensionato ad una vita “giorno per giorno”.

 

E’ per questo importante prendersi cura anche della parte emotiva, lasciandosi aiutare, a volte, anche,da un professionista che ha le competenze e gli strumenti per sostenerci, per ritrovare un equilibrio che è stato pesantemente minato dalla malattia e dalle cure invasive.

 

Grazie al contributo dell’Ail Salerno Sez. marco Tulimieri si è realizzato un servizio di Psiconcologia, integrato nelle Strutture, per tutti i pazienti Ematologici di Salerno e Provincia e dei loro familiari. Gli psicologi forniscono un importante lavoro di supporto e ascolto, entra in relazione con i bisogni profondi dei pazienti e, tramite la cura di quella relazione, riesce a sostenere le persone in un momento critico della loro esistenza come la malattia ematologica, oppure il lutto di una persona cara.

Presso l’A.U.O. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno e l’ospedale Tortora di Pagani, le psicologhe sono diventate importanti figure di riferimento per i pazienti, le loro famiglie e l’equipe medica. I bambini vengono accolti nel servizio di Ludoteca AIL, uno spazio di gioco in cui non c’è solo il corpo attaccato dalla malattia ma anche emozioni e sentimenti; ed i genitori vengono accolti in spazi di ascolto formali ed informali che consentono loro di sentirsi sostenuti ed ascoltati; per gli adulti è attivo un servizio di Psiconcologa che supporta i pazienti afferenti ai DH e nei reparti.

 

Presso S.S.D. “Servizio di Terapia del Dolore e Cure Palliative” dell’ AORN “Santobono-Pausilipon”, dipartimento di Oncologia si svolge anche Attività di ricerca-intervento rivolta ai pazienti con dolore acuto (procedurale) e cronico e ai pazienti in Cure Palliative.

 

Lavorare come Psicologi AIL è un’esperienza arricchente sia dal punto di vista professionale che personale e umano che ci auguriamo di portare avanti nel tempo attivando ulteriori progettualità.

 

Le attività dei psicologi Ail vengono svolte presso le seguenti strutture:

 

  • A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno:
      • U.O.C. di Ematologia e Centro Trapianti dr.ssa Elvira Tulimieri psicologa-psicoterapeuta nei giorni di martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle 14;
      • Dh onco-ematologico pediatrico dr.ssa Chiaralberta Armenti e dr.ssaOrsola Serena Trabucco psicologhe e psicoterapeute nei giorni di Martedì e Venerdì dalle 9 alle 13;
      • Psicologo AILdr.ssaTiziana Oliveto presso l’Ambulatorio di Psiconcologia del P.O. “A.Tortora” di Pagani, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30;
      • Psicologo AIL dr. Capasso Roberto presso A.O.R.N Santobono-Pausilipon di Napoli

 

Referente Psicologo e psicoterapeuta Elvira Tulimieri